Vai al contenuto

Potatura ulivo: ornamentale, a vaso cespugliato e/o policonico

potatura ulivo per agricoltura o ornamento

Offriamo un servizio completo di potatura ulivo: ornamentale, a vaso cespugliato e policonico.

Grazie alla maturata esperienza nel settore, a personale tecnico qualificato e ad attrezzature moderne, la nostra azienda garantisce un lavoro di precisione, accurato e in tempi rapidi con prezzi vantaggiosi.

Nelle righe che seguono forniremo alcune spiegazione sulla potatura degli ulivi.

Potatura dell’ulivo: le cose da sapere

La potatura alberi di ulivo è un’operazione da effettuare con molta attenzione al fine di favorire una migliore produzione e semplificare le operazioni di raccolta.

Esistono fondamentalmente tre diverse potature che si possono effettuare:

  • di ringiovanimento: mira a ringiovanire la pianta andando ad eliminare le vecchie branche che hanno succhioni ed i polloni, rami improduttivi.
  • di formazione: importante per impostare la pianta con una certa forma già dai primi anni di vita per eliminare ramificazioni basali.
  • di produzione: utile per mantenere la forma della chioma e regolare la fase vegetativa e quella produttiva.

Quella per l’olivo ornamentale invece è un altro tipo ancora di sfoltitura, che andremo a vedere e che mira a migliorare l’estetica della pianta.

Cosa sono i polloni e succhioni?

Nel mondo della potatura degli ulivi, ci imbattiamo in due termini specifici: polloni e succhioni. I polloni sono rami che crescono direttamente dal tronco dell’albero o da radici superficiali. I succhioni, invece, sono rami sottili e vigorosi che crescono dalla base del tronco o dalle radici.

Entrambi rappresentano un dispendio energetico per l’albero e solitamente vengono rimossi durante la potatura, perché tendono a svilupparsi velocemente e a sottrarre energie che potrebbero essere utilizzate per la crescita di nuovi rami fruttiferi o per l’ingrossamento dei rami esistenti.

Cosa si intende per taglio di ritorno?

Il taglio di ritorno è una tecnica di potatura che consiste nel tagliare un ramo fino ad un punto in cui si trova un altro ramo che è almeno un terzo del diametro di quello che si sta tagliando. Questa tecnica permette di mantenere una struttura equilibrata dell’albero e favorisce una distribuzione omogenea della linfa.

Il taglio di ritorno è molto utilizzato nella potatura dell’olivo, specialmente quando si vogliono limitare le dimensioni dell’albero senza comprometterne la salute o quando si vuole favorire la crescita di un determinato ramo.

Spero che queste informazioni ti siano state utili per capire meglio il mondo della potatura decorativa dell’olivo. Non esitare a chiedere se hai altre domande!

Potatura ulivo a vaso policonico

Senza farci ingannare dalla parola vaso, che richiama alla mente un attrezzo per deporre il nostro alberello, cerchiamo di capire cos’è questa metodica per potare gli ulivi.

Si tratta infatti di una tecnica molto innovativa per potare gli ulivi e consente di ottenere una struttura dell’albero priva di vegetazione nella sua parte interna e caratterizzata da vari coni di vegetazione nella parte esterna della struttura.

Si tratta di un sistema per potare questi esemplari assai diffuso in particolare nei piccoli oliveti dell’Italia del sud e delle isole.

Richiede una lavorazione minuziosa quindi è adatta per piccoli oliveti a conduzione famigliare.

Questo taglio a vaso policonico rispetta la fisiologia della pianta e consente una corretta illuminazione della chioma.

Fasi di lavorazione:

  • Taglio dei succhioni: dal momento che ogni branca deve somigliare ad un cono, bisogna lasciare una vegetazione più folta alla base e meno sviluppata nella parte alta. Bisogna inoltre evitare che i coni si sovrappongono uno con l’altro. Internamente crescono delle derivazioni, i succhioni appunto, che vanno eliminate col segaccio.
  • Parte esterna: ogni branca principale deve avere una specie di punta, quindi una conclusione apicale. Bisogna allora tagliare i rami in eccesso col segaccio per dare la forma conica. Il taglio deve far sì che la pianta sia proiettata verso l’altezza, ecco che diventa necessario effettuare regolarmente dei tagli di ritorno sulle branche primarie, in modo da mantenerle più strette in cima. Il taglio va sempre effettuato in corrispondenza di un ramo laterale che sottrae forza all’albero al fine di evitare un eccedenza di vegetazione in quella parte. Si conclude con l’eliminazione delle branche secondarie.

Si ottiene in questo modo un olivo con una forma conica e con abbastanza spazio tra un cono e l’altro in modo tale che la vegetazione possa allargarsi e possa crescere liberamente con la giusta luminosità.

Potatura ulivo periodo migliore

Il periodo per potatura ulivo va da fine inverno a inizio primavera, cioè indicativamente tra febbraio e marzo. Questo è l’intervento principale mentre in estate si può effettuare un altro taglio per eliminare polloni e succhioni.

La cosa importante è non intervenire sull’albero durante la sua fase produttiva ed evitare anche periodi di gelo. Fondamentale è che si poti prima del periodo della fioritura. Al Nord d’Italia si pota tra marzo e aprile, al sud tra gennaio e febbraio.

Richiedi un preventivo e ti forniremo tutte le informazioni da te richieste. Garantiamo un lavoro in tempi rapidi, preciso e a costi adeguati.

Potatura ulivo ornamentale

Iddio ha dipinto la bellezza del mondo, e l’olivo ne è una pennellata maestra. L’olivo, simbolo di pace e longevità, diventa un oggetto d’arte nel tuo giardino con la potatura ornamentale. Come scultori, sagomiamo la chioma dell’albero, ma invece del marmo, lavoriamo con foglie e rami. Allora, immergiamoci in questo mondo di bellezza dove l’arte e il giardinaggio si intrecciano come i rami di un olivo secolare.

Cos’è la potatura ornamentale dell’olivo?

La parola ornamentale ci fa capire che questi alberi sono principalmente a uso estetico e possono essere sia piantati a terra che nel vaso.

La potatura dell’ulivo ornamentale è un processo delicato: bisogna osservare l’albero con attenzione per poi capire quale tecnica di taglio intraprendere per renderlo più forte e resistente.

La potatura dell’olivo si effettua normalmente per la produzione di frutti. Ma la potatura ornamentale dell’olivo ha un obiettivo diverso: rendere l’olivo ornamentale, cioè l’olivo destinato all’ornamento, un capolavoro del tuo giardino. Non stiamo parlando di bonsai, ma di alberi a grandezza naturale, modellati con sapienza e pazienza.

Similmente all’artista che scolpisce la sua opera, il giardiniere o l’agronomo effettua questa tecnica di potatura con cura e attenzione, affinché la forma della pianta sia simmetrica, equilibrata e piacevole alla vista. Ma non solo bellezza, la potatura ornamentale garantisce anche la salute dell’albero.

Potatura ulivo in vaso

potatura in vaso degli ulivi

Essendo sempreverde può essere coltivato anche a scopo ornamentale come bonsai.

Poiché si trova in vaso, va potato per contenere la crescita.

Bisogna effettuare il taglio di alcune coppie di foglie di ogni germoglio che ha lunghezza di 15 centimetri circa.

In esemplari maturi si possono accorciare i rami anche a lunghezze di 5 centimetri.

I rami troppo vecchi o troppo lunghi possono venire tagliati in qualsisai periodo dell’anno, considerando però che le ferite da taglio si cicatrizzano più rapidamente nel periodo vegetativo.

Potatura olivo ornamentale da giardino

Anche in questo caso vuoi potare questa pianta ornamentale per renderla accattivante dal punto di vista estetico.

Spesso sono utili forbici professionali per effettuare una forma a palla del nostro olivo.

Agendo con le forbici sulla sagoma già esistente si favorirà una crescita naturale nel tempo.

Consigliabile è partire dalla base tagliando poi verso l’alto e in senso antiorario.

Per un aspetto a pon pon la pianta va sfoltita in modo da esaltare la forma e il tronco dell’albero stesso.

Esiste poi la forma ad ombrello, che piega i rami dall’alto della chioma verso il basso a forma di arco.

Quando pensi ad un olivo ornamentale nel tuo giardino, immagina un albero maestoso che si distingue per la sua forma particolare. La potatura dell’ulivo prevede diverse tecniche, tutte mirate a valorizzare la bellezza dell’olivo.

Sebbene la potatura si effettua principalmente per garantire la salute dell’olivo, nel caso della potatura decorativa l’obiettivo principale è l’estetica. Tuttavia, ricorda che un olivo sano è sempre un olivo bello. Quindi, nonostante l’accento sulla bellezza, non si deve mai dimenticare la salute della pianta.

Come potare l’ulivo a palla

La forma a palla è una delle più popolari nella potatura ornamentale dell’olivo. È come se l’olivo fosse un piccolo pianeta verde nel tuo giardino. Ma come si arriva a questa forma? Iniziamo tagliando i rami verso l’alto in senso antiorario, come un artista scolpisce la sua opera.

I primi rami da potare sono quelli alla base, poi si procede verso l’alto, accorciando ogni germoglio con attenzione. Il risultato sarà una sfera di foglie verdi perfettamente rotonda, un vero capolavoro di natura e di arte.

Potatura olivo a pon pon

Potatura olivo a pon pon Un’altra tecnica popolare nella potatura dell’olivo è quella del pon pon. Questo stile ricorda la forma dei cespugli nei cartoni animati, con piccole sfere di foglie verdi che spuntano dal tronco dell’albero. Ecco come si fa: si inizia selezionando i rami che saranno modellati in “pompon”.

Il prossimo passo è potare questi rami selezionati in modo da creare piccole sfere di foglie. Questo richiede precisione e pazienza, ma il risultato finale sarà sorprendente e unico.

Potatura olivo a ombrello

L’olivo a ombrello è un altro stile popolare nella potatura olivo ornamentale. La chioma dell’olivo viene potata in modo da assomigliare ad un ombrello aperto, con i rami che si estendono come le stecche di un ombrello dal tronco.

Per realizzare questa forma, si inizia selezionando i rami principali che saranno le “stecche” dell’ombrello. Questi rami vengono poi potati in modo che si estendano in modo uniforme dal tronco, creando una forma armoniosa e simmetrica.

Potatura olivo ornamentale periodo

Quando si pota l’olivo ornamentale? Il periodo di potatura dell’olivo ornamentale varia a seconda del clima e del tipo di potatura che si vuole effettuare.

Per esempio, la potatura di formazione, che dà la forma iniziale all’albero, si effettua durante il periodo vegetativo dell’albero. Invece, la potatura di manutenzione, che serve a mantenere la forma dell’albero, si esegue durante il periodo invernale, quando l’albero è in riposo vegetativo.

Come si pota un ulivo in vaso?

Come potare un olivo ornamentale in vaso a scopo decorativo? La potatura dell’ulivo in vaso si esegue nello stesso modo di quello in terra, con qualche considerazione in più. Il primo passo è scegliere la forma che si vuole dare all’olivo. Questa scelta dipenderà molto dallo spazio disponibile e dall’estetica che si vuole ottenere.

Successivamente, si procede alla potatura vera e propria, cercando di mantenere l’equilibrio della pianta e di favorire la circolazione dell’aria tra i rami. Ricorda, un olivo felice è un olivo ben potato.

Come dare forma ad un ulivo?

La potatura ornamentale dell’ulivo non è solo un atto tecnico, ma è anche un’arte che richiede pazienza e abilità. Dare forma ad un ulivo richiede precisione e una buona conoscenza del comportamento della pianta.

Il primo passo per dare forma all’ulivo è decidere quale forma si desidera ottenere. È come un pittore che prima di iniziare a dipingere ha già in mente il quadro finale. Come un’opera d’arte, ogni ulivo ha la sua unicità, data dalla sua posizione, dalla sua età e dalle sue caratteristiche genetiche.

Email